Where ARE U, l'applicazione di gestione emergenze della Lombardia

1 commento


Where ARE U, l'applicazione di gestione emergenze della Lombardia

In passato ho parlato dell'applicazione per smartphone "FlagMii" per la gestione delle situazioni di emergenza e, trovandola utile e ben fatta, non me ne sono mai separato durante le mie uscite ciclistiche (e non solo) in solitaria.

Recentemente mi sono imbattuto in modo del tutto casuale in un'altra applicazione simile, ma creata specificatamente per il territorio della regione Lombardia: "Where ARE U", della AREU -Azienda Regionale Emergenza Urgenza-.

Vado a verificare meglio e scopro che "FlagMii" è stata scelta dalla regione Piemonte, al che mi sorge il dubbio che ogni regione abbia un sistema di gestione emergenze differente.
Infatti è proprio così!
Ogni regione utilizza aziende di coordinamento differenti e, anche sulle applicazioni rivolte ai cittadini, ognuna lavora in modo diverso.
Realisticamente ogni applicazione potrebbe funzionare per tutto il territorio italiano se solo le regioni volessero unificare il sistema, ma di fatto la situazione è frammentata e i cittadini sono quelli che subiscono il disservizio.

Vivendo in lombardia decido quindi di eliminare "FlagMii" e installare "Where ARE U" come nuovo unico sistema di sicurezza personale durante le uscite.


Vediamo nel dettaglio questa applicazione:

Cos'è Where ARE U?

E' un software per smartphone che consente di avviare una chiamata di emergenza al numero unico 112 e di inviare all'operatore che riceve la chiamata, l'esatta posizione geografica in cui ci troviamo.

Come funziona Where ARE U?

In caso di emergenza, sia questa sanitaria che di ordine pubblico o di altro genere, bisogna avviare l'applicazione e premere il bottone circolare con il numero "112" per avviare la chiamata di emergenza al Numero Unico.
Nel momento in cui risponde l'operatore, attraverso il computer della sala di controllo, capirà che state utilizzando il software e vedrà in tempo reale la vostra posizione.
E' fondamentale che il GPS del vostro telefono sia stato precedentemente abilitato!
Personalmente lo tengo sempre acceso perchè, a differenza del ricevitore wi-fi, non consuma batteria e non utilizza segnali di trasmissione o ricezione se non c'è un'applicazione che ne chiede l'utilizzo.

Schermata principale dell'applicazione Where ARE U dove si vede chiaramente il pulsante "112" per la chiamata di emergenza 

Altre schermate di funzionamento dell'applicazione Where ARE U

Come avere Where ARE U?

L'applicazione è disponibile gratuitamente per sistemi Ios, Android e Windows Phone tramite i relativi store cercando il software con la parola "112 Where ARE U".
In alternativa è possibile visitare la pagina www.areu.lombardia.it

Dopo l'installazione, al primo avvio, viene richiesta la registrazione per il riconoscimento univoco del nostro numero di telefono.

Il punto di vista dei soccorritori

Quando effettuiamo una telefonata di emergenza, sul computer dell'operatore è presente una mappa che mostra la nostra posizione.
L'immagine sotto riportata è tratta da un intervento della centrale operativa 112 di Varese e mostra la posizione del chiamante con un cerchio rosso.
Affidandosi alla semplice chiamata telefonica, come in questo caso, la localizzazione non è precisa: viene visualizzata un'area e non un punto determinato.

Lo schermo della centrale operativa del 112 mostra una mappa con l'area di localizzazione di chi chiama. Senza utilizzare l'applicazione Where ARE U, la localizzazione non è precisa.

In questi casi se ci troviamo all'interno di una città possiamo comunicare la via o la piazza all'operatore, ma se ci trovassimo lungo una statale, oppure fuori da un centro abitato tra i campi o ancora in mezzo ad un bosco, non potremmo fornire un'esatta indicazione e i soccorsi, per raggiungerci, dovrebbero battere tutta l'area indicata dal cerchio rosso con grande perdita di tempo.

Utilizzando l'applicazione "Where ARE U", la centrale operativa rileva il punto esatto di chiamata, come è possibile vedere nell'immagine sottostante: il puntino rosso è il chiamante e la localizzazione per i soccorritori è immediata.
Far partire quindi la chiamata di emergenza tramite app è fondamentale!


Lo schermo della centrale operativa del 112 mostra una mappa con l'esatto punto di localizzazione di chi chiama, grazie all'utilizzo dell'applicazione Where ARE U. La localizzazione è estremamente precisa.


Note per le chiamate

  • Se siete solo osservatori di un evento che richiede un intervento di emergenza, toccate l’icona rossa -indicata nell'immagine sotto riportata- facendola diventare verde: in questo modo l’operatore della Centrale 112 saprà che non siete direttamente coinvolti e indirizzerà meglio le sue domande.
  • Nei casi in cui il servizio coperto dal Numero Unico per l’Emergenza 112 non fosse ancora presente, è sempre possibile usare l’app per chiamare i soccorsi verso i tradizionali numeri di emergenza (113, 115, 118 e 112 dei Carabinieri) premendo i relativi pulsanti sulla schermata dell'applicazione.


Il testo di questo articolo è proprietà esclusiva del sito 90RPM.
Sei libero di condividere e ri-pubblicare l'articolo a patto di non modificare nessuna parte dello scritto e di indicare sempre la fonte inserendo un link attivo al sito "www.90rpm.blogspot.it".
Tuttavia procediamo spesso alla modifica e all'aggiornamento degli articoli già pubblicati, quindi ti suggeriamo di non fare copia/incolla dei testi, ma di segnalare l'articolo tramite il suo link diretto.

Hai trovato l'articolo interessante?

Votalo e condividilo se ti è piaciuto!

1 commento:


TOP